Valentino Rossi, rivelata la verità sul passaggio di Marini in Honda: ecco cosa è successo

Luca Marini correrà per la Honda nel 2024, una decisione rischiosa vista la crisi della RC213V. Ecco come è maturata la scelta.

Siamo ormai entrati nel 2024, e la vecchia stagione è alle spalle. Team e piloti sono concentrati su quello che accadrà nella prossima annata, con Luca Marini che correrà con la Honda, andando a sostituire Marc Marquez. Se il nativo di Cervera sarà sotto l’attento occhio dei fan per via del suo arrivo alla Ducati del Gresini Racing, anche il fratellino di Valentino Rossi avrà il suo bel da fare.

Luca Marini e Valentino Rossi ecco la verità
Luca Marini e Valentino Rossi in conferenza stampa (ANSA) – Puntogar.it

La Honda è il team più blasonato dell’intera MotoGP, quello che ha vinto maggiormente nel corso della storia della top class. Marini e Joan Mir avranno il compito di riportarla al top, a seguito di stagioni molto complesse, con Luca che è al corrente di quanto sarà difficile. Il fratellino di Valentino Rossi ha però le idee molto chiare.

Marini, ecco la verità sull’arrivo in Honda

Luca Marini è dunque pronto per provare a riportare in alto la Honda, ed il 2024 rappresenterà subito una bella sfida. Nel corso di un’intervista riportata da “Motosan“, il fratello di Valentino Rossi ha detto la sua sulla sfida che lo attenderà, parlando anche del contributo che è stato fornito dal “Dottore” in quella che è stata la sua scelta.

Valentino Rossi e Luca Marini sulla Honda
Valentino Rossi e Luca Marini nel paddock (ANSA) – Puntogar.it

Ecco le sue parole: “Sono molto felice e curioso di vedere come andrà nella mia nuova squadra. Di certo, si tratterà di una grande sfida, perché la RC213V non è per ora la moto migliore, ma la mia intenzione è quella di lavorare assieme alla Honda per ritornare dove meritano. Di certo, è una grande azienda e devono stare davanti a tutti“.

Marini ha poi spiegato come è maturata la scelta di passare alla Honda: “L’occasione si è presentata quando Marc ha annunciato il suo addio, il fatto che lo abbia fatto solamente ad ottobre ha complicato tutto, tanti si sono proposti alla Honda, ma insieme alla VR46 ho visto un’opportunità per una mia crescita personale. Con il calendario attuale della MotoGP, cambiare squadra è molto complicato, visto che hai molti meno test a disposizione per adattarti“.

Il giovane talento italiano ha poi parlato del parere di Valentino Rossi sul suo passaggio alla Honda: “Lui è stato la prima persona che ho chiamato, ne abbiamo parlato tanto. Di certo, ero molto combattuto, visto che c’era la possibilità di andare in una grande squadra, ma allo stesso tempo, per farlo dovevo lasciare un team che ha lottato per le vittorie e per il titolo a lungo. Vedremo come andrà, dovrò parlare di alcuni aspetti con Alberto Puig, ma sono molto entusiasta della nuova sfida“.

Di certo, la Honda ha bisogno di un cambio di passo per tornare a vincere, ma i test di Valencia hanno dato dei buoni riscontri. Le concessioni potrebbero dare una grossa mano per tornare al vertice, nella speranza che la MotoGP torni ad essere più equilibrata rispetto a quello che abbiamo visto nell’ultimo anno.

Impostazioni privacy