Sainz-Verstappen, rivelazione shock: “Non vedevo un modo per farlo”

Carlos Sainz e Max Verstappen sono grandi rivali in pista, ma questa rivelazione ha sorpreso tutti, compresi gli addetti ai lavori. Nessuno se lo aspettava, sono rimasti tutti senza parole. Ecco cosa è successo e perché il mondo della Formula 1 è sconvolto da questa dichiarazione.

La Formula 1 è in pausa per le vacanze invernali, ma il circus non si ferma mai e le dichiarazioni continuano a scatenare diverse polemiche. Quest’anno non c’è stata storia, Max Verstappen ha dominato il mondiale ed ha conquistato il suo terzo titolo iridato consecutivo. Considerando che le nuove regole partiranno soltanto nel 2026, è facile ipotizzare che il pilota olandese abbia voglia di dominare anche nelle prossime due stagioni, in attesa di capire se la sua Red Bull sarà competitiva anche a partire dal 2026 in poi.

Carlos Sainz Max Verstappen Formula 1
Carlos Sainz e Max Verstappen. Foto: Ansa (puntogar.it)

Uno dei pochi fortunati ad aver interrotto il dominio di Verstappen è stato Carlos Sainz, autore di una grandissima gara a Singapore. Il pilota spagnolo ha portato a casa l’unica vittoria della stagione per la Ferrari, quindi può ritenersi soddisfatto, anche se il 2023 è stato un anno da dimenticare per la scuderia di Maranello. Come se non bastasse, nelle ultime ore sono arrivate alcune dichiarazioni di Helmut Marko che riguardano proprio Carlos Sainz e Max Verstappen. Ecco cosa ha detto il consigliere speciale della Red Bull.

Helmut Marko: “Sainz e Verstappen quasi alla pari in Toro Rosso”

Helmut Marko è il consigliere speciale della Red Bull ed ha parlato di Carlos Sainz e Max Verstappen, ricordando i tempi in cui erano compagni di squadra in Toro Rosso, all’inizio della loro carriera. Verstappen e Sainz appartengono alla stessa generazione di piloti, essendo nati soltanto a due anni di distanza. Carlos è nato nel 1994, mentre Max è classe ’97. Nel 2015 e nel 2016, i due piloti hanno condiviso il box della scuderia satellite della Red Bull.

Sainz Verstappen Formula 1
Sainz e Verstappen insieme sul podio. Foto: Ansa (puntogar.it)

Verstappen è approdato in Red Bull nel 2016, mentre Sainz è rimasto in Toro Rosso fino al 2017 e poi ha scelto di passare in Renault. Secondo Helmut Marko, Sainz e Verstappen erano quasi alla pari quando correvano in Toro Rosso, poi Max ha avuto un processo di crescita diverso ed è arrivato a vincere tre titoli mondiali consecutivi. Marko ha anche ricordato quali fossero le gerarchie in Toro Rosso: “Carlos ha vissuto per molto tempo all’ombra di suo padre, l’atmosfera in Toro Rosso era piuttosto tossica ed è stato sfortunato ad avere Max come compagno di squadra, ma i due piloti erano quasi alla pari all’epoca”.

Secondo Marko, Carlos Sainz avrebbe pagato la presenza ingombrante di suo padre, grandissimo campione di rally, sempre presente nel box quando suo figlio è in pista. Il consigliere speciale della Red Bull ha anche ricordato il primo test a Silverstone del pilota spagnolo: “Nel suo primo test in Formula 1, Sainz era leggermente più rapido nelle curve di Sebastian Vettel, che in quel momento era il nostro pilota di riferimento”. Quando la Red Bull ha dovuto scegliere uno tra Max e Carlos, ha inevitabilmente puntato sull’olandese.

Impostazioni privacy