Rivoluzione Stellantis, l’innovazione traccia un solco nel settore: saranno 100 volte più veloci

Stellantis, al via la rivoluzione: l’innovazione sarà davvero unica, sarà 100 volte più veloce. Le premesse entusiasmano tutti

In un mondo dove la tecnologia ed il progresso sono sempre più sviluppate in tutti gli ambiti, anche per quanto riguarda il settore dell’automotive diventa necessario trovare ed individuare nuove soluzioni che possano anche regalare un vantaggio rispetto ai competitor.

Stellantis 10 volte più veloci
Saranno 10 volte più veloci – Puntogar.it

Stellantis lavora proprio in quest’ottica, con nel mirino anche nuove partnership per poter introdurre nei propri veicoli innovazioni sempre più tecnologiche. Il marchio italo-francese ha nel 2024 tanti obiettivi, soprattutto per quanto riguarda i nuovi modelli. Basti pensare al lancio della Nuova Panda, la B-Suv che dovrà – nelle intenzioni dei dirigenti – avere grande successo, oppure la Lancia Ypsilon fino all’Alfa Romeo Milano, il nuovo Suv entry level del marchio del Biscione che si affiancherà a Tonale e Stelvio.

Insomma progetti ambiziosi che guardano nell’ottica dell’innovazione e di un progresso che vedrà le auto sempre più tecnologicamente avanzate. E Stellantis, un gruppo da 5,8 milioni di unità vendute, non vuole certo restare impreparata.

Stellantis, una nuova piattaforma innovativa

Stellantis, in una collaborazione con AWS e BlackBerry QNX ha dato vita ad un nuovo cockpit virtuale che promette di trasformare “l’ingegneria del software all’interno del veicolo“. Una collaborazione che porta tanti vantaggi al marchio italo-francese quarto al mondo per numero di veicoli immatricolati nel 2022. Tra questi, anche la possibilità di ridurre fino a 100 volte rispetto ai processi precedenti i tempi di sviluppo dell’infotainment. 

Rivoluzione Stellantis
Stellantis, arriva la rivoluzione con la nuova piattaforma (media press) – puntogar.it

La piattaforma si avvale del “QNX Hypervisor in the Cloud” di BlackBerry e, come spiega Stellantis, permette di “generare comandi e sistemi di un’auto in versioni virtuali ma realistiche, in grado di funzionare come accade nei veicoli reali senza la modifica del software“. Insomma, un processo che addirittura dai mesi di sviluppo necessari prima, si può risolvere in 24 ore.

Stellantis – spiega ancora la nota – riesce ad integrare una simulazione a prestazioni altissime di cockpit virtuale in un ambiente cloud accedendo tramite AWS Marketplace a QNX Hypervisor“. Una piattaforma che permetterà a Stellantis di replicare in breve tempo l’esperienza dell’interno di un veicolo del modello specifico in modo anche da velocizzare con i clienti le sessioni di feedback.

Nei nostri veicoli il software è sempre più cruciale – ha spiegato il Chief Software Officer di Stellantis Yves Bonnefont – con la tecnologia del cockpit virtuale ci avviciniamo con cicli di sviluppo più rapidi alle esigenze dei nostri clienti che nel mondo dell’auto sono al primo posto” ha concluso.

Impostazioni privacy