Risparmiare sulla benzina: è facile ma attento a questi errori, sanzioni pesantissime

Con questa tecnica si può risparmiare molto sul costo della benzina, ma occhio agli errori: possono scattare multe molto pesanti.

Il prezzo della benzina è sceso molto negli ultimi mesi del 2023 e ha permesso a tante famiglie italiane di tornare a respirare. Fino a settembre, infatti, gli aumenti relativi al costo del carburante erano stati talmente elevati da portare il prezzo della benzina sopra i 2 euro al litro. Da qualche mese il trend è fortunatamente in discesa, anche se il costo rimane tutt’altro che banale e sono in tanti a ragionare su altre possibili soluzioni per risparmiare sulla benzina.

Risparmiare sulla benzina si può
Risparmiare sulla benzina è possibile, ma occhio agli errori – Foto ANSA (Puntogar.it)

Una delle ipotesi che trova sempre molto riscontro tra gli automobilisti consiste nella conversione di un’auto da benzina a Gpl. La caratteristica più interessante è che oltre a risparmiare sul rifornimento sarà possibile continuare a usare anche la benzina in caso di necessità, dato che il serbatoio originale resta in funzione per eventuali emergenze. Per poter passare facilmente da benzina a Gpl e viceversa basta utilizzare un selettore di carburante, opportunamente installato in fase di conversione.

Alla partenza l’auto si avvia sempre con la benzina, finché il liquido di raffreddamento non raggiunge la temperatura ottimale per l’evaporazione del Gpl. A quel punto il conducente potrà scegliere se passare al Gpl (il livello verrà indicato dal selettore di carburante, ndr) o rimanere con la benzina.

Sanzioni pesantissime se non si rispetta la legge: tutti i dettagli

Chiaramente la conversione da benzina a Gpl ha dei costi, che possono andare da 800 a 2.200 euro in base al tipo di iniezione. L’operazione deve essere eseguita da un meccanico esperto, così da evitare ogni tipo di rischio. L’utilizzo di un serbatoio Gpl, infatti, deve rispettare pienamente la normativa vigente per non andare incontro a sanzioni che possono essere anche molto pesanti.

Conversione da benzina a GPL, occhio alle sanzioni
Auto GPL, attenzione agli errori: scattano sanzioni pesantissime – Foto Canva (Puntogar.it)

Come previsto dal Codice della Strada, coloro che si mettono alla guida di un’auto con un serbatoio scaduto o non omologato rischiano davvero grosso: la multa, in questi casi, può andare da 87 a 344 euro. Ecco perché è fondamentale rispetto tutto ciò che prevede la legge, tra cui la presenza delle valvole di sicurezza, la protezione catodica, la distanza dal suolo e altri aspetti prioritari.

E non è tutto, perché per garantire la corretta manutenzione dell’impianto e di conseguenza la piena sicurezza di sé stessi e degli altri viaggiatori è necessario procedere alla revisione e al collaudo del serbatoio. Quando? Revisione e collaudo vanno fatti ogni dieci anni dalla prima immatricolazione o dall’installazione dell’impianto, anche presso autofficine e centri autorizzati.

Impostazioni privacy