Red Bull e la clamorosa ammissione sul 2023: ecco come doveva andare

La Red Bull ha dominato in lungo e in largo il Mondiale 2023, ma a quanto pare le cose non dovevano andare in questa maniera.

Sono pochissime le monoposto che nella storia hanno dimostrato di poter ottenere i sensazionali risultati che ha ottenuto la Red Bull nel Mondiale del 2023. I numeri mostrano una supremazia davvero disarmante, tanto è vero che i trionfi in pista sono stati ben 21 su 22 gare, con Verstappen che ha cannibalizzato il Mondiale.

Adrian Newey Red Bull MondialeF1 2023 duro stagione Singapore
Red Bull, come doveva andare il 2023 (Ansa – puntogar.it)

Di questi 21 trionfi infatti sono ben 19 quelli siglati dal leggendario tre volte campione del mondo, il che testimonia come i fenomeni siano in grado di elevare il valore delle monoposto a livelli mai visti. Perez invece ha vinto a inizio anno solo a Jeddah e a Baku e qualcuno pensava che avrebbe anche potuto impensierire Max.

Alla fine il messicano ha dovuto accontentarsi del secondo posto in classifica mondiale, un traguardo ottenuto con grande fatica. La Red Bull a quanto pare ha dato a Super Max la monoposto ideale e perfetta per le proprie caratteristiche, ma a quanto pare c’è moltissimo del talento dell’olandese nella serie incredibili di successi della Red Bull.

A mettere in evidenza questa situazione ci ha pensato direttamente colui che ha avuto un ruolo più che centrale nella creazione della monoposto RB19. Si tratta infatti di Adrian Newey, il direttore tecnico della casa austriaca, che di recente ha avuto modo di parlare al podcast Formula For Success, rilasciando delle dichiarazioni che hanno fatto scalpore.

“Che figuraccia a Singapore”: Newey non è mai contento

In questa splendida intervista, Adrian Newey ha evidenziato diversi aspetti sulla stagione 2023, partendo da come la monoposto austriaca abbia dominato dall’inizio fino alla fine. L’ingegnere britannico si è però detto molto sorpreso dal fatto che ci a stato un così netto divario con la concorrenza.

Adrian Newey Red Bull MondialeF1 2023 duro stagione Singapore
Adrian Newey (Ansa – puntogar.it)

“Non pensavano di certo che sarebbe stato così agevole il successo in questo Mondiale, infatti ci immaginavamo un’annata molto più complicata. La cosa divertente è che quando questo succede ci si è dentro e dunque bisogna godersi la stagione. Va detto però che a Singapore abbiamo fatto una figuraccia e purtroppo si sono messi in evidenza alcuni limiti della vettura”. Questo dimostra come Newey sia un assoluto perfezionista e non abbia intenzione di lasciare nulla al caso.

Nemmeno nell’ultima gara che non è riuscito a portare a casa con la sua Red Bull, Newey dimostra di avere delle remore per non aver dato vita al Mondiale perfetto. A Singapore il quinto posto finale di Verstappen è stato indubbiamente deludente, ma è un passo falso all’interno di un anno perfetto.

La Red Bull sa di avere non solo un fenomeno assoluto in pista come Verstappen, ma allo stesso tempo anche un mito come Adrian Newey che è in grado di progettare delle monoposto semplicemente geniali e perfette. Singapore ha evidenziato alcuni problemi e non ci sono dubbi che per il 2024 saranno sistemati per poter fare in modo che la Red Bull continui nel proprio percorso di dominio assoluto in F1.

Impostazioni privacy