Porsche, la delusione elettrica: devi guidarla come un’utilitaria

La Porsche ha puntato molto sulle auto elettriche, ma con brutti risultati per ora. Ecco una notizia che non vi farà piacere.

Il marchio Porsche ha vissuto un 2023 che è stato un anno di grandi festeggiamenti, visto che si sono celebrati i 75 anni dalla nascita del brand, ma anche i 60 della mitica 911, senza alcun dubbio il modello più famoso in assoluto. La casa tedesca oggi punta molto sull’elettrico, e da quel punto di vista ci sono stati diversi problemi alla fine dell’anno scorso, con diverse Taycan richiamate per rischio incendio.

Porsche che mazzata
Porsche duro attacco – Puntogar.it

Nonostante questo, la supercar EV ha buoni dati sulle vendite, anche se nel 2023 c’è stato un calo rispetto al passato. Di certo, la storia che vi stiamo per raccontare non farà al caso di questa Porsche, dal momento che si lega ad un problema relativo all’autonomia delle varie vetture, che è ancora troppo bassa per pensare di competere con le termiche. Inoltre, non si possono sfruttare pienamente le prestazioni.

Porsche, ecco un’ammissione che spaventa

Un problema chiaro delle auto elettriche, che riguarda ovviamente anche la Porsche, è quello relativo alla loro autonomia, che è molto più scarsa rispetto ai motori termici. Questo problema potrebbe risolverlo la Toyota, che sta lavorando a delle batterie allo stato solido, attese al debutto per il 2026. Queste dovrebbero permettere di percorrere circa 1.000 km tra una carica e l’altra, con il processo di rabbocco che potrebbe durare solo pochi minuti, oltre ad ottenere un peso più leggero.

Porsche Taycan che disastro
Porsche Taycan in mostra (ANSA) – Puntogar.it

Dunque, la casa giapponese potrebbe davvero cambiare il mondo delle EV, ma non tutti sono a quel livello. La protagonista della storia odierna è una splendida Taycan, che viene a costare circa 96 mila euro, con 408 cavalli e la velocità massima di 230 km/h. Dunque, parliamo di una supercar a tutti gli effetti, che anche a livello di design non ha proprio niente da invidiare a quelle che sono le sue sorelle dotate di motore termico.

Il sito web “Autoeveryeye.it“, ha raccontato di una conversazione che c’è stata tra il proprietario di un’auto elettrica e di una Taycan, riportata poi su un gruppo Facebook. In sostanza, il proprietario della Porsche si lamentava di avere solamente 200 km di autonomia andando a 160 km/h, una velocità molto elevata e che non sempre può essere sostenuta.

Inoltre, l’altra persona gli ha spiegato che in inverno ci sono consumi più alti, e che superati i 120 km/h c’è maggior resistenza, ed è normale che la batteria faccia più fatica aumentando i consumi. Tutto giusto, ma ha questo punto è lecito chiedersi che senso abbia comprare una supercar elettrica se poi non la si può sfruttare. Con ogni probabilità, anche colui che ha acquistato la Taycan se lo starà chiedendo.

Da questo punto di vista, c’è tantissimo lavoro da fare, con le auto elettriche che dovranno adattarsi a consumi più ragionevoli. Una ricarica per soli 200 km è molto scomoda ed ovviamente non conveniente, costringendo i proprietari a delle spese enormi. Ci auguriamo che le cose migliorino nel prossimo futuro, altrimenti le EV non avranno vita lunga.

Impostazioni privacy