Nuovo terremoto nella FIA, salta la prima testa: ecco di chi si tratta

Importanti cambiamenti nella FIA, con la massima federazione automobilistica che si trova già di fronte a grosse novità.

In tutte le più importanti Federazioni sportive, in questi ultimi anni si sta vivendo un senso di preoccupazione per il futuro, con le varie società che si stanno ribellando. Lo si vede per esempio nel calcio, con l’UEFA e la FIFA che sono in difficoltà di fronte alla volontà di alcuni club di dare vita a quella che ormai è diventata nota a tutti come la SuperLega.

Terremoto F1
Tereemoto in f1 – Puntogar.it

Anche in F1 le cose non stanno andando per il meglio e lo si denota nel momento in cui sono arrivate delle pesanti accuse nei confronti del Team Principal della Mercedes Toto Wolff. L’austriaco infatti deve respingere le accuse che parlano di conflitto di interessi riguardante la nomina della moglie Susie come responsabile del progetto della Mercedes F1 Academy, la sezione femminile.

Wolff non ha preso di certo per il meglio questa situazione, tanto è vero che ha già dichiarato guerra ai massimi organi internazionali, con l’accusa che potrebbe portare anche alle dimissioni del Presidente Ben Sulayem. Per ora nulla è stato ancora accertato, né in un senso né nell’altro.

Quello che invece è sicuro è che tutti gli altri nove Team di F1 si sono apertamente schierati a favore del Team Principal della Mercedes. Il clima dunque nella F1 odierna non è poi così sereno e distaccato, motivo per il quale non deve di certo sorprendere il fatto che ci siano anche dei cambiamenti in corsa. Ecco dunque come mai di recente sia giunta la notizia della dimissioni da parte di un noto dirigente che non farà più parte della FIA.

Dimissioni di Steve Nielsen: ecco cosa è successo

Alla fine è durato solo un anno all’interno della FIA il ruolo di Steve Nielsen, con quest’ultimo che aveva accettato nel gennaio del 2023 la carica di direttore sportivo della massima federazione internazionale. Il suo ruolo era quello di poter garantire il miglior svolgimento possibile delle gare, migliorandone la gestione e dunque lo spettacolo.

FIA dimissioni DS Nielsen F1 2024
Stefano Domenicali e la firma a Steve Nielsen (Ansa – puntogar.it)

Uno degli aspetti centrali del ruolo di Nielsen era legato alla possibilità di omologare quanto più possibile il metro di giudizio per quanto concerne la valutazione dei contatti in gara. A quanto pare questo ruolo non è stato considerato sufficiente per Nielsen, tanto è vero che la BBC ha riportato alcune pesanti rumors da parte di Nielsen.

L’ormai ex direttore sportivo ha spiegato di essere stanco del fatto che nessuno lo ascoltasse e che alla fine in FIA lo avevano messo in quel ruolo senza però accettare i suoi cambiamenti. Aveva mostrato infatti una serie di possibile modifiche per poter migliorare sempre di più la gestione della corsa, ma il tutto è finito in pane e acqua.

Nonostante fosse un uomo di fiducia di Domenicali, amministratore delegato di Formula One Management, e ben voluto dai piloti e dalle scuderie, erano le massima cariche e non vedere Nielsen nel modo migliore. Ecco dunque come dopo un solo anno ha rassegnato le dimissioni che giungono otto giorni dopo l’addio di Deborah Mayer, la responsabile della commissione femminile. In FIA la situazione si sta facendo sempre più complicata.

Impostazioni privacy