Multe, caos e mega stangata: ingiunzione per sanzioni annullate

Ingiunzione per le sanzioni annullate, il nuovo anno inizia con una brutta notizia per chi non ha già pagato: che succede.

Brutte notizie visibili direttamente sul parabrezza. Le multe sono da anni le nemiche numero uno degli automobilisti che spesso cercano il modo giusto per non pagarle, sempre a giusta ragione, ovviamente. Ci sono però dei casi in cui chi ha commesso l’infrazione non la scampa. Nel caso specifico che oggi fa cronaca però, è scontro tra cittadini ed amministrazione comunale, vediamo come mai.

Multe, arriva una brutta novità
Multe: ecco cosa dovremo fare (puntogar.it – Ansa foto)

A casa dei cittadini di Agropoli, provincia di Salerno, sono arrivate nelle scorse ore diverse ingiunzioni di pagamento. Il problema però stavolta è che a quanto pare la Municipalità stavolta non ha ragione di chiedere il pagamento ai propri cittadini, tanto che in città si parla dello “scandalo multe”. Il tutto, è iniziato con le azioni del comandante della Polizia Municipale, Antonio Rinaldi, atte a far recuperare soldi al Comune.

Caos multe: devi pagarla anche annullata

Il problema è che delle ingiunzioni di pagamento arrivate, non tutte sarebbero esatte. C’è infatti chi afferma di aver già pagato in passato la multa ricevuta e di non dover tornare di nuovo a retribuire il Comune per l’ammenda. Alcuni automobilisti infatti sono davvero arrabbiati per aver già pagato delle multe e non aver avuto in cambio nessuna ricevuta, per cui il rischio di dover pagare di nuovo c’è. Altri fanno sapere che per fare ricorso contro una multa già pagata avranno bisogno di un avvocato e quindi di altre spese dovute però ad un errore a quanto pare della Municipale.

Insomma, non è stato un Natale tranquillo, quello della cittadina agropolese con diversi cittadini che hanno ancora oggi paura di dover tornare a spendere soldi per una cifra uguale a quella già pagata. Attenzione però, perché se i ricorsi iniziassero a diventare davvero tanti, il gran numero diventerebbe davvero un problema per l’Ente per tutte le spese legali da dover affrontare. Praticamente, il gioco delle multe è diventato un pericoloso boomerang.

Pagamento multe arretrate: la novità
Pagamento multe arretrate: la novità (puntogar.it – Ansa foto)

Antonio Rinaldi però quando intervistato ha risposto con sicurezza e trasparenza sull’argomento. “Questo ruolo che consta di circa 1.800 morosi, è stato elaborato dopo accurate ricerche fatte dal sottoscritto che hanno portato a reperire solo una parte della documentazione rinvenuta in un archivio, e per “parte” si intende che non tutti i verbali sono stati rinvenuti e nemmeno tutte le ricevute di pagamento”, ha spiegato il comandante.

L’Ente ha stilato quindi, spiega Rinaldi, una lista in cui potrebbe esserci finito per sua stessa ammissione, anche qualcuno che però ha già pagato. Secondo quanto dice il comandante, ai cittadini sicuri di non avere problemi basterà presentare la ricevuta del pagamento al Comando o anche via PEC per l’annullamento dell’ingiunzione.

Impostazioni privacy