La “portaerei” che arriva dalla Cina: metà auto, metà drone ed è tutta tua

Siamo già alla nuovissima generazione di veicoli? Questo minivan è una “portaerei di terra” con tutto quello che ne consegue, un mezzo incredibile! 

Sorprendere i clienti in cerca di un veicolo particolare al giorno d’oggi non è mica così facile, ora che sembra davvero che in campo automobilistico sia stato già fatto tutto: una supercar elettrica? Ne esistono a bizzeffe. Auto a sei ruote? Già le abbiamo. Veicoli alimentati con chicchi di caffè? Ci hanno già pensato! Bene, allora cosa ne dite di un mezzo che è letteralmente una portaerei per droni? Questo non ve lo aspettavate..

Minivan con i droni
L’ultimo prodotto cinese va visto per crederci – Puntogar.it

Che le case cinesi fossero particolarmente fantasiose – quando non decidono di plagiare il design di auto che già conosciamo – non c’erano mai stati dubbi ma l’ultimo progetto di un brand emergente, la Xpeng, ha lasciato letteralmente di stucco tutti. E non è cosa da poco, considerando che ormai è molto difficile che succeda con i clienti.

Questa casa produttrice ha infatti realizzato un veicolo che potremmo definire la prima portaerei di terra della storia, considerando che abbiamo letteralmente per le mani un minivan in grado di trasportare una flotta di droni. L’utilità del mezzo? Ci sono tanti compiti a cui potrebbe asservire, ad esempio si potrebbe usare per girare video o servizi fotografici o sarebbe utile alle forze dell’ordine. Ma vediamolo realmente.

Carico di droni

Il veicolo in questione non è poca cosa. Infatti, l’Xpeng Aeroht ha dato alla casa produttrice l’imput per aprire nuove fabbriche in tutto il paese con quella che la casa considera la prima Land Aircraft Carrier, un veicolo a sei ruote molto massiccio capace di trasportare a bordo un drone che può essere controllato direttamente da dentro l’automobile.

Minivan con i droni
Xpeng Aeroht, il veicolo che porta i tuoi droni a bordo! (Instagram) – Puntogar.it

Con questo innovativo veicolo la casa cinese può certamente iniziare una nuova epoca per la mobilità combinata ma deve affrontare molti problemi di natura legale, tra licenze ed autorizzazioni: per guidare quasi tutti i droni automatici in effetti almeno qui in Europa serve una licenza, e non è detto che i clienti della casa la abbiano. Motivo per cui fino al 2025, anno in cui il mezzo uscirà effettivamente sul mercato, ci sarà da lavorare su questo piano.

 

Per il resto, come potete vedere nel video il veicolo è un classico minivan con sei ruote anziché quattro ed un comparto posteriore che si apre, permettendo al drone di prendere il volo. Il costo stimato unitario per il mezzo non è poca cosa e parte da un milione di Yuan ossia 130mila Euro, suppergiù. Un bel lusso per ricchi, insomma.

Impostazioni privacy