“La più bella mai realizzata”, questa Ferrari straordinaria è all’asta: il prezzo vi farà vacillare

Vi sono Ferrari più speciali di altre. Un modello storico della casa del Cavallino Rampante sarà battuta in una prestigiosa asta.

Se deste uno sguardo alla top 5 delle vetture più care, battute all’asta, nel 2023 trovereste 4 Ferrari. Questo la dice lunga sulla qualità delle vetture prodotte dal brand modenese. Tutte le Ferrari raggiungono cifre molto elevate, ma alcune arrivano a prezzi esorbitanti. Di questo passo saranno acquistabili solo da facoltosi collezionisti stranieri.

"La più bella mai realizzata", questa Ferrari straordinaria è all'asta
Ferrari all’asta – puntogar.it

In particolari arabi e cinesi hanno cominciato a fagocitare le supercar migliori al mondo. Per gli italiani risulterà sempre più complesso riuscire a vincere un’asta plurimilionaria. La curiosità intorno alla 250 Testa rossa è elevatissima. Si tratta di un modello che, nel 1957, segno una svolta. Difatti la Commissione Sportiva Internazionale limitò in quell’anno la cilindrata dei prototipi a tre litri. Il nome derivò dalla fusione del numero della cilindrata unitaria (250 cm3 x 12 cilindri = 3000 cm3) e dalla colorazione rossa dei coperchi delle valvole.

La vettura era nata per sbalordire sui principali autodromi al mondo. Pesando solo 800 kg e montando un potente motore 3.0 V12 associato ad un cambio a quattro marce derivato da quello delle 250 stradali vantava 300 cavalli. Per raggiungere una così alta cavalleria i tecnici adottarono 6 carburatori Weber doppio corpo e dello scarico libero con terminali a megafono. Il sound di questa supercar è pura poesia, avendo una alimentazione singola, ossia ogni cilindro è riempito da un corpo del carburatore.

La carrozzeria barchetta, fatta a mano in alluminio, creata da Sergio Scaglietti poteva raggiungere i 270 Km/h. Per la fine degli anni ’50 erano prestazioni da capogiro. La vettura prese parte il 26 maggio 1957 alla 1000 km del Nürburgring. Il debutto avvenne con il pilota Masten Gregory in coppia con Olinto Morolli. Il primo podio arrivò con la coppia tedesca Wolfgang Seidel e Wolfgang von Trips in Venezuela, in una tappa valida per il Mondiale Sportprototipi. Date un occhiata ai prezzi della F40.

Ferrari, una vettura da sogno

La storia della Ferrari, nel Motorsport a ruote coperte, è romanticamente legata ai trionfi della 250 Testa Rossa nel 1958. Il primo successo arrivò nella 1000 km di Buenos Aires con protagonisti Peter Collins-Phill Hill e il trio italo-belga-tedesco Luigi Musso-Olivier Gendebien-Wolfgang von Trips. In giugno Gendebien-Hill conquistarono la mitica 24 Ore di Le Mans. Le vittorie resero ancor più leggendaria la Ferrari 250 Testa Rossa Scaglietti del 1958.

Ferrari, una vettura da sogno
Ferrari Logo – puntogar.it

Nel 1960 la barchetta del Cavallino riportò a Maranello il Mondiale Sportprototipi, grazie alla coppia Cliff Allison-Phill Hill e alla doppietta a Le Mans. Furono elaborati soli 34 esemplari della Testa Rossa ed una andrà all’asta tra poco più di un mese. Il 17 maggio 2009 un esemplare è stato venduto per 9.020.000 euro. Ora le cifre per la vettura con telaio n. 0738 TR saranno molto più elevate. Si tratta di uno dei soli 19 esemplari speciali elaborati dal noto carrozziere Sergio Scaglietti.

La vettura prese parte a 20 gare, conquistando 4 trionfi. Ha avuto un restauro completo presso Ferrari Classiche, dove è stata certificata Red Book come una delle rarissime storiche Testa Rossa che hanno conservato il motore e il cambio abbinati originali. In alto nel tweet di Roberto Valdemburg potrete ammirarla in tutta la sua bellezza. La base d’asta non è specificata, ma sarà dichiarata su richiesta dei partecipanti e verrà fuori una cifra da capogiro. Le trattative cominceranno il 21 febbraio e si concluderanno 2 giorni più tardi. I collezionisti più ricchi al mondo risponderanno presente all’asta di Sotheby’s.

Impostazioni privacy