Ferrari F40 a prezzi mai così bassi: agli appassionati scenderà una lacrima a vederla

Incredibile ma vero ma una icona come la Ferrari F40 poteva essere comprata ad una cifra abbordabile. Chi l’ha acquistata ha fatto un vero affare.

E’ palese, oramai, che il mercato delle supercar non tornerà più ai gold old days. I prezzi sono schizzati alle stelle, facendo diventare improbabili gli acquisti per i collezionisti italiani. Un tempo l’Italia era l’epicentro dei motori con la Motor Valley emiliana in primo piano per quanto riguarda le vendite. Salvo rari casi gli italiani, in questo periodo di crisi, preferiscono più vendere che acquistare.

Ferrari F40 a prezzi mai così bassi
Affare Ferrari F40 (Media Press) puntogar.it

Le meraviglie sfornate dalla Ferrari erano una possibilità ad occhi aperti e non una utopia ad occhi chiusi. Una vettura in particolare era balzata agli onori della cronaca per essere la preferita del Drake. La F40 divenne sinonimo dell’eccellenza stradale senza compromessi del Cavallino. Fu lanciata nel 1987 come erede della 288 GTO Evoluzione. Lo stile realizzato dallo studio Pininfarina da Aldo Brovarone e Leonardo Fioravanti sotto la guida di Nicola Materazzi fu ineguagliabile.

La vettura nacque per celebrare i 40 anni dell’attività sportiva del Cavallino. Il lavoro svolto anche dal designer italiano Pietro Camardella non va sottovalutato. Come un’opera d’arte fu messa in mostra, inizialmente, ad un numero ristrettissimo di giornalisti presso il centro civico di Maranello. La supercar sembrava 10 anni davanti alla concorrenza. Dopo il successo di Ferruccio con la Lamborghini Countach, il Drake rispose con la F40.

Le linee aggressive e squadrate della vettura furono ammirate dagli appassionati, durante il salone dell’automobile di Francoforte del 1987. Le idee di design fecero subito furore. Nacque con lo scopo di diventare l’auto più veloce di tutti i tempi, rischi permettendo. Riuscì a prendersi il primato, grazie all’adozione di materiali leggeri, come ad esempio le resine aeronautiche per i serbatoi e il plexiglas per i finestrini laterali. Il know-how della pista si poteva rintracciare anche per le soluzioni tecnologiche sotto il cofano.

Ferrari, una F40 a prezzo di saldo

Le performance della supercar più iconica della storia del Cavallino erano un biglietto da visita straordinario. Con i suoi 324 km/h dichiarati divenne l’auto più veloce al mondo, finché Materazzi non elaborò la Bugatti EB 110. Il rapporto peso-potenza era di 2,58 kg/CV con una potenza specifica di 163 CV/litro. Lo scatto da 0 a 100 km/h avveniva in appena 4,10 secondi. Lo 0 a 200 km/h si copriva in 11,30 secondi. La F40 è stata l’ultima Ferrari dotata di un motore turbocompresso ed elaborata sotto gli occhi vigili di Enzo Ferrari, sino al lancio 10 anni fa della California T.

Ferrari, una F40 a prezzo di saldo
Design Ferrari F40 (Media Press) puntogar.it

La F40 divenne un simbolo negli anni ’80. La concorrenza era nutrita, con Porsche e Jaguar in prima fila, ma nessuna poteva avvicinarsi alle performance del bolide italiano. Il kevlar, usato per rinforzare la scocca e la fibra di vetro per la carrozzeria, presentavano un coefficiente aerodinamico di 0,34. La F40 vantava un passo di 2.450 mm, una carreggiata anteriore di 1.594 mm e quella posteriore di 1.606 mm. L’aspetto più sconvolgente è, a distanza di 25 anni dall’uscita di scena, legato anche al peso, con i suoi 1.155 kg sulla bilancia.

Tutto era pensato per contenere il peso a secco, dal telaio a traliccio tubolare in acciaio con pannelli scatolati di rinforzo in materassino di kevlar e fibra di kevlar con resina epossidica alle sospensioni anteriori e posteriori indipendenti, con bracci trasversali molle elicoidali e barra stabilizzatrice. Anche il V8 2.936 cm³ fu elaborato in ogni dettaglio con una distribuzione a doppio albero a camme in testa per bancata, quattro valvole per cilindro e con due iniettori per cilindro.

I 478 CV (352 kW) a 7000 giri/min, coppia massima 577 Nm a 4000 giri/min, dovevano spingere all’acquisto. Il prezzo di lancio fu 374 milioni di lire, tuttavia si poteva trovare usata, dopo qualche anno, anche a 275mila euro, ovvero meno di un decimo del valore attuale. Su Gentleman Drivers, come vedrete in alto, sono segnalati i prezzi dell’usato del 2000 di alcune supercar, come la F40, la F50 e altri masterpiece.

Impostazioni privacy