Delusione Cybetruck: chi l’ha comprato si sente ingannato

Il Tesla Cybertruck è stata una delle grandi novità del mercato 2023, ma ora ci sono ancora polemiche su questo strano modello.

Alla fine del novembre scorso, la Tesla ha avviato le consegne del suo mostruoso Cybertruck, vale a dire il pick-up ad emissioni zero che era stato svelato al mondo tanto tempo fa. Pensate che la presentazione ufficiale avvenne alla fine del 2019, ma poi di questo veicolo così bizzarro non se ne parlò per tanto tempo. Il 2023 è stato l’anno della riscossa, nel quale sono ripresi i test e, soprattutto, è iniziata la produzione.

Tesla Cybertruck delude ancora
Tesla Cybertruck in mostra (Tesla) – Puntogar.it

Per il momento, non sono molti coloro che hanno ricevuto il loro Tesla Cybertruck, dal momento che si parla di circa 1 milione di ordini che nei prossimi mesi dovranno essere accontentati. Al momento, non è ancora partita la produzione di massa, in una fase in cui questo modello è già molto criticato per tanti aspetti, tra cui quello di cui vi andremo a parlare nelle prossime righe.

Tesla, ecco perché il Cybertruck sta deludendo

Sul sito web “Omnifurgone.it“, si è parlato di un clamoroso, quanto realistico test effettuato con un Tesla Cybertruck, che ha dato risultati a dir poco deludenti. Per chi non lo sapesse, le case costruttrici forniscono solo delle stime dell’autonomia delle proprie auto, ed in Europa si utilizza come scala il ciclo WLTP, in base al quale ci possono essere dei dati più o meno attendibili, che quasi mai sono precisi al 100%.

Cybertruck delude l'autonomia
Cybertruck in mostra (ANSA) – Puntogar.it

Quando si parla di auto ad emissioni zero, l’autonomia può variare molto ogni volta che ci si mette al volante, e banalmente ciò può dipendere dalle condizioni del meteo, ma anche da come si affronta la guida, se si è aggressivi o meno al volante e tutto il resto. Le auto della compagnia di Elon Musk hanno spesso deluso da questo punto di vista, considerando che raramente si è riusciti a raggiungere il livello di autonomia tanto esaltato dai vertici.

Pensate che in un livestream di ben cinque ore, andato in scena su un canale YouTube chiamato “Out of Spec Motoring“, un Tesla Cybertruck è stato messo alla prova da alcuni esperti, per vedere quanto potesse andare lontano con il pieno della batteria. Il test si è disputato di notte, in Texas, con 7 gradi di temperatura ambientale. La velocità utilizzata è stata costante sui 112 km/h, circa 70 miglia per usare l’unità di misura statunitense.

Al termine della sfida, il Cybertruck ha percorso 408 km, circa 254 miglia, mentre la casa texana parlava di ben 513 km di autonomia tra una carica e l’altra, pari a 320 miglia. Come potete capire voi stessi, il pick-up ad emissioni zero ha percorso circa 105 km in meno rispetto a quanto dichiarato dal marchio, un risultato che non può soddisfare gli automobilisti. Inoltre, a bordo dell’auto c’era una sola persona, e non era presente neanche un bagagliaio pieno di cose da trasportare. Dunque, è facile immaginare che, a pieno carico, l’autonomia si possa abbassare ancora di più, e questo è un dato che non può non allarmare i proprietari.

Impostazioni privacy