Caos Red Bull, Verstappen pone il veto: non lo vuole, il motivo

Max Verstappen ha usato parole molto forti in merito ad un curioso argomento, parlando di ciò che non vuole durante le gare.

La dittatura di Max Verstappen su questa F1 è cosa ormai ben nota, con una superiorità davvero marcata che ormai dura da un paio di stagioni. Il campione del mondo, forte di una Red Bull strepitosa, sta scrivendo pagine di storia di questo sport, ed in quest’annata, a livello di vittorie, ha superato leggende del passato del calibro di Ayrton Senna, Alain Prost e Sebastian Vettel.

Verstappen parole forti
Verstappen in azione (ANSA) – Puntogar.it

Ovviamente, rispetto al passato, farlo è molto più semplice per via di un numero molto più alto di gare, ma essere diventato il terzo più vincente di sempre a 26 anni non è proprio roba da tutti. La cosa che maggiormente può renderlo tranquillo in chiave futura è che gli attuali regolamenti, che sono entrati in vigore nel 2022, resteranno invariati per altri due anni interi. Recuperare il gap che ha scavato la RB19, a meno di miracoli, appare davvero impossibile, a meno che in Red Bull non commettano qualche errore clamoroso in fase di progettazione, cosa che ci sembra improbabile.

Verstappen, dal canto suo, ha azzeccato ogni scelta durante questa stagione, rispondendo colpo su colpo ai flebili tentativi di assalto degli avversari. In queste ultime ore, il tre volte iridato ha parlato di una persona che gli è molto vicina, e con la quale ci sono state anche delle discussioni in questi anni, della quale però non potrebbe fare a meno. Andiamo a scoprire di chi si tratta.

Verstappen, ecco cosa ha dichiarato

Da tantissimi anni, Max Verstappen lavora al fianco di Gianpiero Lambiase, il suo ingegnere di pista di origini italiane, con il quale non mancano i battibecchi durante le sessioni di prova e le gare via radio. Intervistato da “Autosport“, il figlio di Jos ha parlato del rapporto che ha con il suo ingegnere, e c’è da dire che tra di loro, nonostante le discussioni, c’è davvero un legame molto forte.

Max Verstapppen parla di Lambiase
Max Verstapppen ai box (ANSA) – Puntogar.it

Ecco le sue parole: “Il rapporto con lui funziona così, ed io non voglio avere un ingegnere che sia monotono, o che mi dice copia e controlla questo. Ci deve essere un minimo di fuoco, ma è così che a me piace lavorare. Credo che la gente lo adori per quel tipo di modo che ha di lavorare, siamo due persone molto dirette e ci piace comunicare e parlare in maniera molto diretti se qualcosa non ci trova d’accordo, e ce lo diciamo senza problemi“.

Verstappen se l’è presa poi con il discorso team radio, dal momento che c’è una regia che decide quali mandare in onda e come farlo: “Dal mio punto di vista, è anche colpa della F1 se i messaggi radio vengono mandati in onda in questo modo, vogliono buttarla in caciara. Non avrebbero bisogno di farlo, spero che capiate cosa io stia intendendo. Il nostro rapporto non è mai cambiato in questo senso, ed anche dopo la gara tutto è sempre al proprio posto. Noi siamo lì per vincerla“.

 

Impostazioni privacy