Caos Autovelox in Italia, scoppia l’allarme: l’annuncio è surreale

In Italia c’è molta preoccupazione per ciò che sta accadendo con alcuni autovelox: gli ultimi sviluppi sono davvero inquietanti.

Gli autovelox, ovvero i dispositivi che rilevano la velocità dei veicoli su strada, sono spesso oggetto di dibattito e creano diversi malumori tra i cittadini. Sul territorio italiano, negli ultimi tempi, la presenza degli autovelox è in forte aumento: molti Comuni stanno adottando questo strumento per cercare di far rispettare i limiti di velocità sulle strade urbane e extraurbane. Tuttavia, in tanti sostengono che alcuni di questi autovelox siano in realtà una vera e propria macchina da soldi per le casse comunali.

Caos autovelox in Italia, cosa succede
Le ultime sugli autovelox preoccupano molto: sta succedendo troppo spesso – Foto ANSA (Puntogar.it)

La maggior parte degli automobilisti si limita a protestare facendo sentire la propria voce o inoltrando ricorso in caso di multa, ma c’è anche chi sceglie di utilizzare metodi drastici per far valere le proprie ragioni. Da qualche tempo a questa parte, infatti, nella zona di Rovigo sono stati letteralmente abbattuti otto autovelox in poco meno di otto mesi.

Il personaggio in questione, responsabile di centinaia di contravvenzioni, è stato ribattezzato sui social (dove è diventato praticamente un eroe) con il nome di ‘Fleximan’. Un soprannome non casuale, dato che l’odiatore seriale di autovelox – come emerso anche dalle registrazioni delle videocamere di sorveglianza – utilizza un flessibile a batteria per praticare un taglio netto alla base della colonnina.

Caos Autovelox, dispositivi abbattuti: cosa succede

Mentre le forze dell’ordine danno la caccia all’uomo (anche se non è da escludere che possa trattarsi di una vera e propria banda) spunta fuori un nuovo abbattimento, anche se stavolta in tutt’altra zona. Nella notte tra il 9 e il 10 gennaio, come riportato anche dal sito Inmoto.it, è stato infatti abbattuto un dispositivo di rilevamento della velocità nei pressi del Passo Giau, sulle Dolomiti.

Autovelox, scoppia l'allarme
Un altro autovelox abbattuto: il vandalo colpisce ancora – Foto ANSA (Puntogar.it)

L’autovelox situato in questa zona è salito di recente agli onori delle cronache: proprio a causa di questo strumento sono stati moltissimi gli automobilisti che in questi ultimi mesi si sono visti recapitare multe salate. L’autovelox abbattuto è stato segnalato alle forze dell’ordine da alcune persone che si trovavano a transitare presso il Passo Giau con la loro vettura.

Il sindaco di Colle Santa Lucia, Paolo Frena, ha fatto sapere di voler presentare una denuncia contro ignoti per danneggiamento di proprietà pubblica: inoltre, il primo cittadino ha sottolineato che l’atto di vandalismo non ferma, ma rinnova l’azione del Comune per far rispettare i limiti di velocità. Nel frattempo sono in tanti a chiedersi chi ci sia dietro questa serie di abbattimenti.

Impostazioni privacy