Bomba a orologeria in Formula 1, non ci sarà mai più

Brutte notizie nel mondo della F1, con la notizia delle dimissioni che ha lasciato a bocca aperto gli appassionati.

La stagione 2023 sarà per sempre ricordata come quella che ha fatto sì che si potesse ammirare il dominio straordinario di una leggenda come Max Verstappen. Il campionissimo olandese in pista ha dimostrato di aver alzato sensibilmente il livello delle prestazioni, con la sua Red Bull che in mano al tre volte campione del mondo era imbattibile.

Bomba Formula 1
Addio alla F1 (Ansa – puntogar.it)

Per quanto questo Mondiale rimarrà per sempre impresso nella memoria collettivo e renderà ancora più glorioso il figlio di Jos, la speranza dei tifosi di tutto il globo è quello di vedere nella prossima stagione maggiore battaglia al vertice. I campioni non mancano di certo, da Hamilton e Russell in Mercedes alle Ferrari di Sainz e Leclerc, passando per la McLaren di Norris e Piastri.

Ciò che manca sono delle monoposto che possano essere considerate all’altezza delle due Red Bull di Perez e soprattutto di Verstappen. Che ci siano dei problemi in F1 però è evidente soprattutto per le continue critiche che i Team stanno riservando da diverso tempo nei confronti della FIA, un organo sempre più criticato.

Lo si vede infatti con diverse dimissioni che stanno sconvolgendo il mondo delle corse, come quello legato alla responsabile della commissione femminile Deborah Mayer. A distanza di pochi giorni la Federazione però è sconvolto da un altro addio decisamente molto doloroso e soprattutto le motivazioni sembrano essere davvero molto dure.

Steve Nielsen lascia la F1: dure critiche alla FIA

Non sono ancora certe le motivazioni che hanno spinto Steve Nielsen a dire definitivamente addio alla F1, ma secondo quanto riportato dalla BBC, per la FIA non ci sarebbe molto di che sorridere. Nielsen ha avuto un passato glorioso nel mondo delle corse, tanto è vero che ha potuto lavorare all’interno di grandi scuderie del passato, come la Lotus, la Benetton, la Williams o la Tyrrell, oltre che di recente l’Alpha Tauri.

Steve Nielsen addio F1 direttore sportivo
Steve Nielsen (Twitter – puntogar.it)

Nel gennaio del 2023 fu Stefano Domenicali, l’amministratore delegato di Formula One Management, che ha deciso di chiamare Nielsen nel ruolo di direttore sportivo. Il suo compito sarebbe stato quello di collaborare a stretto contatto con Niels Wittich in modo tale da poter dare vita a una migliore gestione della gara in F1.

Il senso infatti era quello di omologare quanto più possibile il metro di giudizio, vero limite odierno della F1, per cercare in qualche modo di creare una situazione egualitaria per tutti. A quanto pare la BBC ha riportato come Nielsen si sia sentito quasi tradito dalla Federazione che non sembrava in alcun modo essere interessata alle sue innovazioni e alla richieste di cambiamento.

Questo ha comportato così un sempre più deciso addio da parte di Nielsen dal mondo delle corse, dal quale a quanto pare si sarebbe sentito tradito. Nielsen dunque dal prossimo anno non prenderà più parte alla più importante competizione motoristica internazionale e sarà un duro colpo per la F1 che perde una figura di spicco, l’ennesimo problema che si denota in casa FIA.

Impostazioni privacy