Autovelox, il rischio che non conoscevi: si va sul penale

Gli autovelox sono sempre più disseminati sul territorio italiano e spesso sono oggetto di forti proteste: c’è un rischio molto serio.

Una delle infrazioni che vengono commesse più di frequente dai conducenti è senza dubbio il mancato rispetto dei limiti di velocità. Sia che ci si trovi a guidare su strade urbane, extraurbane o autostrade bisogna sempre fare molta attenzione a non schiacciare troppo il piede sull’acceleratore. Su ogni strada, infatti, è presente un limite di velocità che non va superato se non si vuole andare incontro a sanzioni molto pesanti.

Autovelox reato penale
Attento a come ti comporti – puntogar.it

Negli ultimi tempi, per preservare il più possibile la sicurezza dei viaggiatori, sono stati installati molti autovelox sul territorio italiano. Alcuni di questi dispositivi sono ormai presenti anche nei centri urbani e fungono da deterrente all’alta velocità. Tuttavia, molto spesso questi autovelox scatenano anche le proteste dei cittadini, dato che alcuni di questi si trasformano in delle vere e proprie ‘macchine da soldi’.

Il fastidio provato nei confronti dell’autovelox può portare anche a gesti inconsulti, specialmente se si è consapevoli di essere transitati davanti al misuratore elettronico ad una velocità più alta rispetto al consentito. Ma cosa succede se si perde la testa e ci si scaglia contro l’autovelox, magari lanciandogli contro pietre o comunque danneggiandolo seriamente? Contrariamente a ciò che si possa pensare, distruggere un autovelox non comporta conseguenze troppo serie.

Mantieni la calma! Distruzione di autovelox, cosa dice la legge

In questi casi si parla infatti di danneggiamento aggravato, anche se una sentenza del Tribunale di Firenze del 2005 ha fatto scattare non l’articolo 635 del Codice penale ma l’articolo 15 del Codice della Strada. Per farla breve, la sentenza stabilisce che coloro che danneggiano gli impianti pertinenti alle strade – e quindi anche gli autovelox – vengono puniti con una sanzione amministrativa da un minimo di 42 euro a un massimo di 173 euro, senza incappare in alcun reato. La decisione del giudice è molto chiara: quando la normativa del Codice della Strada disciplina lo stesso fatto del codice penale, prevale la normativa più ‘speciale’, ovvero la prima.

Con l'autovelox si può andare sul penale
Distruggere l’autovelox comporta dei rischi: ecco quali – Foto Canva (Puntogar.it)

 

Pertanto coloro che vengono riconosciuti responsabili del danneggiamento di un autovelox non sono chiamati a rispondere di reato, ma solo di illecito amministrativo. L’incredibile paradosso è che una tale condotta fa scattare una sanzione inferiore rispetto all’eventuale multa per superamento dei limiti di velocità, che nella maggior parte dei casi raggiunge o supera i 173 euro.

Chiaramente i precedenti della giurisprudenza non sono vincolanti, pertanto non è da escludere che un domani un altro giudice possa pensarla in maniera diversa e processare penalmente il responsabile di danneggiamento. Dato che i casi e le circostanze possono variare è sempre meglio affrontare le cose con grande lucidità e gestire la propria rabbia.

Impostazioni privacy