Auto elettriche a prezzi stracciati, buone notizie per tutti: arriva la svolta

Le auto elettriche hanno ancora dei costi elevati, ma ora qualcosa sta per cambiare. Ecco cosa può accadere tra poco tempo.

L’Italia è un paese nel quale le auto elettriche non riescono proprio a decollare, e ci viene il serio dubbio che ciò accadrà mai. I nostri concittadini non credono che le EV siano la soluzione al problema ambientale, ma è chiaro che anche i prezzi facciano la differenza. In un periodo come questo, è impensabile che le famiglie si privino dei loro risparmi per acquistare, a cifre elevatissime, un’utilitaria ad emissioni zero.

Auto elettriche prezzi in calo
Auto elettriche che sconti – Puntogar.it

Infatti, le auto elettriche di maggiori dimensioni sono semplicemente inarrivabili, con costi non da supercar, ma sicuramente simili a quelli di marchi premium, pur venendo da costruttori sicuramente di valore minore. I prezzi devono scendere e nel 2024 in Italia arriveranno nuovi incentivi, e può essere davvero il momento dello sviluppo decisivo. Vediamo quella che è la situazione.

Auto elettriche, i prezzi stanno per calare

Il 2024 sarà un anno di grandi novità per le auto elettriche, e non solamente per i tanti debutti che ci saranno. Infatti, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, vale a dire Adolfo Urso, ha annunciato dei grossi cambiamenti previsti per gli incentivi auto, in modo da centrare un obiettivo di cui si parla da tantissimo tempo. Occorre, dopo tanti anni, svecchiare il parco auto italiano, ma anche aiutare le famiglie in maggiore difficoltà ad acquistare un veicolo nuovo.

Kia elettrica ecco la novità
Kia elettrica prezzi in crollo (Kia) – Puntogar.it

Quello del nostro paese, per chi non lo sapesse, è il parco auto più vecchio di tutta Europa, una notizia che di certo non ci fa onore, considerando anche che abbiamo tanti costruttori nella nostra penisola che sono molto apprezzati in tutto il mondo. A questo punto, sembra davvero che qualcosa stia per cambiare, e l’ottimismo è nell’aria.

A confermarlo è stato Marco Stella, vale a dire il vicepresidente di Anfia, il quale, parlando con “Gazzetta Motori“, ha dato una lettura relativa ai nuovi incentivi ed a quelli che potranno essere i benefici ad essi legati: “L’obiettivo è quello di rimodulare gli incentivi, renderli fruibili da parte di clienti privati ed aziende, ed è importante che tutto ciò venga fatto presto, perché promette molto bene“.

Stella ha poi aggiunto: “Non possiamo ufficialmente anticipare nulla rispetto all’ammontare dei sostegni per le varie categorie di vetture, le tabelle che stanno circolando al giorno d’oggi non arrivano da nostre fonti. La crescita delle auto elettriche in Italia è ancora molto bassa, ed esiste anche un tema che si lega ad un certo tipo di tasso tecnologico. Abbiamo il bisogno di mantenere l’Italia all’altezza degli altri paesi dell’Europa“.

Di certo, l’arrivo di tanti e nuovi incentivi potrebbe essere di grande aiuto, e ricordiamo che non sono previsti solamente per le EV, ma anche per le ibride e le termiche, a patto che abbiano emissioni comprese tra le 61 e le 135 g/km, per cui, estremamente poco inquinanti. Vedremo quella che sarà la risposta della clientela, che potrebbe comunque approfittare di questi importanti aiuti.

Impostazioni privacy