Annuncio improvviso in Formula 1: è già finita

Un’altra notizia molto importante ed inattesa colpisce la Formula 1 e la FIA, con un volto noto che decide di dire addio.

Il mondiale di Formula 1 si è concluso ormai un mese fa, ma c’è da dire che in queste settimane di pausa dall’attività sportiva, di eventi ne sono avvenuti a bizzeffe. Quello che ha tenuto banco è sicuramente l’episodio legato a Toto e Susie Wolff, con la FIA che aveva fatto uscire un’indagine ai danni del team principal della Mercedes, accusato di un conflitto di interessi proprio per via della posizione della consorte.

Formula 1 addio di un membro FIA
Formula 1 piloti in azione (ANSA) – Puntogar.it

Susie, infatti, gestisce la Formula 1 Academy, ovvero il campionato tutto al femminile, e la FIA ha avviato un’indagine nel tentativo di capire se Toto avesse avuto accesso a delle informazioni sensibili grazie alla moglie. I team si sono schierati a favore della coppia e la FIA ha ritirato le accuse, rimediando una pessima figura. Ora, per la Federazione Internazionale, arriva un nuovo brutto colpo.

Formula 1, ecco l’addio che fa scattare l’allarme

Una notizia davvero clamorosa ha colpito il mondo della Formula 1 in queste ultime ore, anche se forse è più corretto parlare della FIA piuttosto che del Circus. Infatti, il direttore sportivo della Federazione Internazionale, Steve Nielsen, ha deciso di dimettersi, dopo essere stato nominato solamente nel 2023. Il suo compito era quello di migliorare la gestione delle gare, sia in termini di coerenza che di continuità nel metro decisionale.

F1 nuovo addio in FIA
F1 che novità (ANSA) – Puntogar.it

Molte volte, infatti, si era parlato di come di gara in gara cambiassero i giudizi di chi doveva valutare i vari episodi, dal momento che i giudici non sono mai gli stessi tra un fine settimana e l’altro. Pare che Nielsen si sia dimesso dopo che non sono stati accolti i cambiamenti che aveva chiesto, a conferma di un vero e proprio caos totale che è attualmente in corso alla FIA.

Secondo quanto riportato da vari media, sembra che Nielsen fosse considerato come un uomo legato a Stefano Domenicali pur lavorando per la FIA e non per Liberty Media, e non è da escludere che le sue dimissioni siano legate anche alla guerra che c’è attualmente tra queste due forze, soprattutto dopo il caso che ha riguardato, in queste settimane, Toto Wolff e sua moglie Susie.

Nielsen, inoltre, è da tantissimo tempo legato al mondo della Formula 1, avendo lavorato per diversi team nel corso della sua carriera. Infatti, ha ricoperto ruoli importanti per la Tyrrell, la Honda, la Arrows, la Benetton, la Renault e la Lotus. Nel 2017 fu assunto da Ross Brawn e da Domenicali stesso come Sporting Director della F1, e quello che era il suo ruolo oggi era quello di mediare i rapporti proprio tra il Circus e la Federazione Internazionale.

A questo punto, non è un mistero che i rapporti tra i due enti stiano rischiando di inasprirsi ancor di più, ricordando che alcune voci parlano della volontà di Liberty Media di creare un campionato a parte. Per il momento, almeno nell’immediato, non sembra che ciò accada, ma è sempre bene non tirare troppo la corda.

 

Impostazioni privacy