Alonso, l’avvertimento ad Aston Martin è eloquente: bisogna farlo adesso

Fernando Alonso ha vissuto un ottimo 2023, ma non è ottimista in chiave futura. Ecco cosa si aspetta dal prossimo anno.

La stagione di F1 targata 2023 è stata molto positiva per Fernando Alonso, che ha concluso il mondiale al quarto posto con ben 206 punti conquistati. Lo spagnolo ha preceduto le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz, ma anche la McLaren di Lando Norris, ovvero tre piloti che, globalmente, hanno avuto auto più performanti della sua Aston Martin, che ad inizio anno era la monoposto più vicina alla Red Bull.

Alonso avverte l'Aston Martin
Alonso nel paddock (ANSA) – Puntogar.it

La sensazione è che, come tante volte accaduto in passato, Nando ci abbia messo tanto del suo quando l’auto era performante, ma non al livello dei migliori, ed ha dato sempre il massimo anche quando la concorrenza era nettamente superiore. Il confronto con Lance Stroll parla chiaro, con il nativo di Oviedo che ha portato a casa ben otto podi, a conferma di un passo decisamente eccezionale, soprattutto nelle prime gare dove era una presenza fissa tra i primi tre.

Alonso ha occupato la terza posizione in classifica, alle spalle dei soli Max Verstappen e Sergio Perez, per quasi tutto il campionato, prima di cedere alla rimonta della Mercedes di Lewis Hamilton, che nella seconda parte di stagione era nettamente superiore all’Aston Martin. La verdona ha fatto un passo in avanti mostruoso rispetto allo scorso anno, ma è mancata sul fronte degli sviluppi.

Dopo il secondo posto dello spagnolo delle Asturie maturato in Canada, grazie ad una prestazione sublime e ad un grande sorpasso su Hamilton, l’Aston Martin è crollata e spesso faticava ad entrare in Q3 in qualifica, riprendendosi solo in rari casi, come quando Nando l’ha portata al secondo posto in Olanda ed al terzo in Brasile. Per il futuro, almeno stando alle parole del due volte campione del mondo, non c’è tutto questo ottimismo.

Alonso, ecco l’avvertimento all’Aston Martin

L’Aston Martin ha fatto dei passi da gigante, ma trovarsi di punto in bianco a lottare per podi e prime posizioni non è facile, ed infatti c’è stato un gran calo sul fronte prestazionale. Fernando Alonso sa che sarà difficile confermare quanto fatto quest’anno, e da parte sua c’è un cauto pessimismo su quello che potrà accadere nel 2024 ed in futuro.

Fernando Alonso parole dure
Fernando Alonso in azione (ANSA) – Puntogar.it

Ecco le sue parole: “Ora arriverà il momento più difficile per l’Aston Martin, penso che i prossimi 2-3 anni saranno il più grande punto interrogativo che dobbiamo affrontare, e per ora nessuno ha la risposta. Ci sono alcune chiare indicazioni che ci fanno capire che diverse parti dell’auto non hanno funzionato in alcune gare, ma credo che ora, con tutte le conoscenze che abbiamo acquisito quest’anno, abbiamo capito meglio come evolvere la nostra auto“.

Alonso ha poi aggiunto: “Queste cose però, cambiano in fretta, e non abbiamo la bacchetta magica. Se così fosse, sarebbe ben più facile per tutti. Le cose che pensiamo adesso e delle quali ci fidiamo diventano vecchie quasi subito e possono cambiare, dobbiamo, quindi, cercare di tenere sempre gli occhi aperti e di non abbassare mai la guardia“.

Impostazioni privacy